Modifiche per l'invio di manoscritti: sezione Poesia e racconti


 Gian Paolo Marcolongo    28 dic 2017 : 15:00
 Nessuno    politica

Scrittori e scrittrici, una comunicazione di servizio.

Scrittori e scrittrici, una comunicazione di servizio.

Dopo ampia e approfondita discussione, l’assemblea dei brontosauri de iQuindici ha ratificato una cosa che tra noi si discuteva da anni e non abbiamo mai reso ufficiale.
Non accettiamo più in lettura singoli racconti o singole poesie. La nuova regola non nasce da preclusioni di alcun tipo verso il genere lirico, né verso la narrativa breve. È solo che, se ci mandate testi brevi, poi non ci viene nulla da dire, o vengono fuori commenti insoddisfacenti per noi e per voi.
Pertanto, a far data da 1 gennaio 2018i, vale la seguente regola: se scrivete racconti o poesie, l’invio minimo accettato è una raccolta di almeno 50mila battute o di almeno 10 titoli.
Notate: “o”, non “e”. Basta soddisfare una sola delle condizioni.
Restano valide le solite regole sulle assegnazioni: i racconti, come i romanzi, vengono assegnati ad almeno due persone, mentre la poesia non viene letta da tutti noi ma solo da chi ha dato la propria disponibilità, e non riceve assegnazione ma ognuno di noi legge liberamente quello che desidera.


Commenti sono chiusi per questo articolostampante amichevole





Questa notizia è daiQuindici
https://iquindici.org/news.php?extend.608